di Enrico Garlaschelli

Un viaggio nel pensiero antico
per rispondere alle domande fondamentali di oggi

Il libro sarà presentato in anteprima lunedì 9 giugno, alle ore 18 presso la Galleria San Fedele (via U. Hoepli 3a - Milano).

Modera l’incontro: padre Andrea Dall’Asta, direttore della Galleria

Interverranno con l’Autore:

Cesare Cavalleri - direttore delle Edizioni Ares

Silvano Petrosino - Università Cattolica di Milano e Piacenza


Questo studio non è il solito manuale che illustra i principali concetti filosofici nè una storia della filosofia ridotta a successione di concezioni interessanti da includere in un "museo archeologico" della storia delle idee; bensì si propone di far capire che cosa sia la filosofia e si presenta nella forma di "esercizi a pensare filosoficamente" per rispondere al bisogno umano di porsi domande sull'esistenza, sulla verità, e sull'uomo stesso. La filosofia, che nasce dalla meraviglia quale esperienza fondante, nel nominare le cose ci pone a distanza da esse e si profila come "pensiero dell'altro". Perciò è vero che, come afferma Heiddegger, l'unico modo per comprendere il pensiero occidentale è di percorrerlo. E' per questo che nel libro il pensiero greco dalle origini all'età ellenistica è ripercorso in contrappunto sia con quiello cristiano, sintesi della Bibbia e dellògos greco, sia con quello contemporaneo, specialmente con il dibattito filosofico italiano più recente. L'analisi è accessibile ad un pubblico ampio in quanto si concentra sugli esponenti più noti della speculazione greca (Parmenide, Eraclito, Socrate, Platone, Aristotele, Plotino), interpretati in un modo originale e innovativo che fa emergere chiaramente quanto sostiene Gadamer, ossia che "per il pensare filosofico nessuna definizione, e quindi nessun termine che con essa sia stato introdotto, può valere come un risultato preciso. Esso avrà continuamente bisogno di essere ricondotto al processo pensante".

in vendita online qui
http://ares.mi.it/products-esercizi-di-filosofia-589.html



Enrico Garlaschelli è docente di filosofia nei licei e all'Istituto superiore di Scienze religiose di Milano. Insegna inoltre Dialogo interreligioso all'Issr "S. Ilario di Poitiers". Tra le sue pubblicazioni: L'umano Patire (2009), con Pierangelo Sequeri; Nel tempo dell'assenza (2011); Lo stare degli uomini. Sul senso dell'abitare e sul suo dramma (2012), con Silvano Petrosino; L'ermeneutica veritativa per un "tomismo ermeneutico" (2012), con Gaspare Mura.