Rassegna stampa formazione e catechesi

Così parlò Zosima

Per l’ultima volta, davanti ai confratelli che si erano riuniti per ascoltarlo, il morente ha modo di approfondire i temi cruciali della vita e del destino dell’uomo. Il grande capitolo della morte dello starec Zosima chiude la seconda parte de I fratelli Karamazov. Tra i suoi ricordi personali e gli appunti riportati per iscritto sotto forma di un diario spirituale, questo finale è articolato su una coppia di sostantivi in apparenza simili tra di loro: isolamento e solitudine. A chiarire il significato che si può assegnare ad essi è da una parte un «visitatore misterioso» e dall’altra lo stesso monaco.
Leggi su Vaticannews.va