Rassegna stampa etica

Se il borgo è cura

di Enrica Riera Ricordarsi di un risveglio triste in un treno all’alba. Sandro Penna ha detto che la vita è proprio questo: la memoria della luce incerta che ti rende malinconico e poi quella della leggerezza, quando dal finestrino scorgi il mare fresco di colore. Chi scrive non sa proprio se Elena Sodano, nel momento in cui ha avuto l’idea di trasportare i vagoni di un treno nel Centro di Catanzaro dedicato alle persone con Alzheimer e altre malattie neurodegenerative, avesse in mente ...

Leggi su Osservatoreromano.va