XIII domenica del Tempo Ordinario - Anno A

povero oranteColletta
O Dio, che ci hai reso figli della luce
con il tuo Spirito di adozione,
fa’ che non ricadiamo nelle tenebre dell’errore,
ma restiamo sempre luminosi
nello splendore della verità.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Oppure:
Infondi in noi, o Padre,
la sapienza e la forza del tuo Spirito,
perché camminiamo con Cristo sulla via della croce,
pronti a far dono della nostra vita
per manifestare al mondo la speranza del tuo regno.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

    
Prima lettura 
2Re 4,8-11.14-16
Costui è un uomo di Dio, un santo, si fermi da noi.

Dal secondo libro dei Re

Un giorno Eliseo passava per Sunem, ove c’era un’illustre donna, che lo trattenne a mangiare. In seguito, tutte le volte che passava, si fermava a mangiare da lei.
Ella disse al marito: «Io so che è un uomo di Dio, un santo, colui che passa sempre da noi. Facciamo una piccola stanza superiore, in muratura, mettiamoci un letto, un tavolo, una sedia e un candeliere; così, venendo da noi, vi si potrà ritirare».
Un giorno che passò di lì, si ritirò nella stanza superiore e si coricò. Eliseo [disse a Giezi, suo servo]: «Che cosa si può fare per lei?». Giezi disse: «Purtroppo lei non ha un figlio e suo marito è vecchio». Eliseo disse: «Chiamala!». La chiamò; ella si fermò sulla porta. Allora disse: «L’anno prossimo, in questa stessa stagione, tu stringerai un figlio fra le tue braccia».

Parola di Dio

    

Salmo responsoriale
Sal 88

Canterò per sempre l’amore del Signore.

Canterò in eterno l’amore del Signore,
di generazione in generazione
farò conoscere con la mia bocca la tua fedeltà,
perché ho detto: «È un amore edificato per sempre;
nel cielo rendi stabile la tua fedeltà».

Beato il popolo che ti sa acclamare:
camminerà, Signore, alla luce del tuo volto;
esulta tutto il giorno nel tuo nome,
si esalta nella tua giustizia.

Perché tu sei lo splendore della sua forza
e con il tuo favore innalzi la nostra fronte.
Perché del Signore è il nostro scudo,
il nostro re, del Santo d’Israele.


Seconda lettura
Rm 6,3-4.8-11
Per mezzo del battesimo siamo stati sepolti con lui: camminiamo in una vita nuova.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

Fratelli, non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte?
Per mezzo del battesimo dunque siamo stati sepolti insieme a lui nella morte affinché, come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova.
Ma se siamo morti con Cristo, crediamo che anche vivremo con lui, sapendo che Cristo, risorto dai morti, non muore più; la morte non ha più potere su di lui. Infatti egli morì, e morì per il peccato una volta per tutte; ora invece vive, e vive per Dio. Così anche voi consideratevi morti al peccato, ma viventi per Dio, in Cristo Gesù.

Parola di Dio


Canto al Vangelo (Cf 1 Pt 2, 9)
Alleluia, alleluia.
Voi siete stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa;
proclamate le opere ammirevoli di colui
che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua luce meravigliosa.
Alleluia.



Vangelo
Mt 10,37-42
Chi non prende la croce non è degno di me. Chi accoglie voi, accoglie me. 

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:
«Chi ama padre o madre più di me non è degno di me; chi ama figlio o figlia più di me non è degno di me; chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me.
Chi avrà tenuto per sé la propria vita, la perderà, e chi avrà perduto la propria vita per causa mia, la troverà.
Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato.
Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto.
Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d’acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».

Parola del Signore



Commentario

".. Per mezzo del battesimo dunque siamo stati sepolti insieme a lui nella morte"

Sepolti nella morte per rinascere con Lui a vita nuova, da Risorti.
Siamo talmente assuefatti alla prassi battesimale, anche per una decaduta pastorale liturgica e mistagogica, che non ci rendiamo veramente conto cosa accade con il Santo Battesimo.
Non siamo coscienti di quale legame di appartenenza si sviluppa tra noi e Dio.
Di quale legame di consaguineità si instaura tra noi e Cristo.
Per questo Egli può affermare "Chi ama padre o madre più di me non è degno di me".
Il legame unico e vivificante che si crea con il Santo Battesimo supera e trascende il legame della "carne" creando, nella natura, una sovranatura che ri-significa e compie la natura stessa.
Anzi potremmo dire, con assoluta certezza, che la natura stessa a noi donata è stata offerta e preparata per questo legame di sovra-natura con Cristo.
Più forte di ogni legame terreno e naturale.
Questo legame con Gesù, ovviamente, non toglie nulla ai nostri legami, anche più santi, ma li compie e li trasfigura a misura dell'Eternità.
Ecco perché si dice: "Voi siete stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa" e con il salmista possiamo prolamare:
"È un amore edificato per sempre;
nel cielo rendi stabile la tua fedeltà".
Ecco dunque il significato profondo della fedeltà, di ogni fedeltà e di ogni onore nei rapporti: è Cristo stesso il fedele che colma di onore e stima.
Egli che non ha ricusato di morire cruentemente per noi e di risorgere perché con Lui ed in Lui fossimo sepolti e rinati.
Pertanto tanto quanto si compie il Mistero Pasquale nella tua carne, così conoscerai la Sua Fedeltà, il Suo Amore, e farai esperienza del Suo onore.
Ed è Sapienza quotidiana che apre i lidi dell'Eternità.

Paul



Slide e Commento proposto dal Monastero del Sacro Cuore

pptXIII__DOM_TEMP_ORDINARIO_A.ppt

docXIII_Domenica_TO_A.doc

Sabato della XIII settimana delle ferie del Tempo Ordinario

S. Elisabetta, regina del Portogallo (1271-1336)

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.